MOUP 2023: Arrivederci per la Fashion Revolution Week 2024

Si chiude il periodo di eventi Moup- Model Update che hanno avuto luogo a partire dal 17 al 26 novembre 2023 a Bergamo e Provincia.
Un bouquet di eventi tra la città e la provincia di Bergamo per valorizzare, fare conoscere e dare spunti e stimoli al pubblico partecipante per una moda più sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale.

Gli eventi sono stati molto partecipati – molti sold out – e abbiamo avuto ottimi riscontri sia da parte del pubblico che da parte dei partner delle iniziative.

Questo ci da la carica per pensare già all’edizione 2024!

17 novembre, opening al Globe con una diretta su Radio Brusa dove abbiamo ascoltato i padroni di casa e una delle aziende partner del progetto, MITI di Urgnano (a questo link il podcast).

A seguire un dj set, sempre a cura dei ragazzi di Radio Brusa. Una serata piacevole, un luogo molto suggestivo nel cuore di Bergamo e un menù degno della cucina del Balzer: Blinis con salmone marinato agli agrumi, panna acida e
ribes; flan di zucca con crema di taleggio e amaretto sbriciolato; pancia di maialino con ripieno di vino rosso e rape al vino; battuta di manzo tartufata con parmigiano e nocciole.

19 novembre presso lo Spazio Polaresco tutto esaurito per il laboratorio di Furoshiki, persone di generazioni completamente diverse (il laboratorio ha visto una partecipazione di donne e uomini dagli 8 ai 78 anni!) hanno creato questo “fazzoletto” di origini giapponesi, utile per incartare i propri regali di Natale in maniera eco o per portare il proprio pranzo in ufficio.

Nel pomeriggio anche per l’incontro Dress the Change, dove sono intervenute le sartorie sociali del territorio c’è stato il tutto esaurito.

E’ stato un dibattito interessante dove si è parlato di diritti dei lavoratori, di tutela del territorio e di “prezzo giusto” per il consumatore, ma soprattutto per il produttore.  Le volontarie dell’Atelier Patrizia hanno sfilato in mezzo alle persone con le creazioni da loro prodotte durante le ore di laboratorio, la sartoria del carcere di Bergamo – che lavora su ordinazione – ha portato dei borsoni che stanno confezionando per Albini, azienda del territorio che ha coniugato sostenibilità ambientale a quella sociale.

Per concludere le persone presenti hanno potuto visitare gli stand presenti alla Fiera del Tessile Per Filo e per Sogno – ed. riciclo e riuso di Dressing Piuma, Cardamomo e l’Isola del Tesoro, sartorie sociali legate a La Terza Piuma, Cooperativa il Segno e Cooperativa Biplano.

Il 20 novembre la seconda edizione del Concorso MOUP ha visto studenti e Fashion Designer provenienti da scuole di moda di Torino, Roma, Bergamo e Milano.

La giuria, composta da Associazione Impatto, La Terza Piuma, Atelier Patrizia e un rappresentante di MITI ha fatto fatica a decidere la vincitrice, tutti i lavori
sono stati apprezzati sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista creativo. Un’attenzione particolare alla sostenibilità ambientale e sociale si è vista nei partecipanti sia nelle loro lettere di motivazione che
nella scelta dei tessuti e dei capi.

Tutti i capi proposti erano “genderless”, cioè potevano essere indossati da
qualsiasi persona, indipendentemente dal suo genere.

La vincitrice del concorso è Giulia Salsi, giovane fashion designer (anno di nascita 2003!) proveniente dall’Istituto di Moda Burgo di Torino. Il pubblico
bergamasco potrà vedere le sue creazioni durante la Fashion Revolution Week 2024 (22 – 28 aprile).

Le ultime due iniziative in provincia hanno visto la partecipazione di un pubblico molto attendo e curioso.
Ultimo giorno di visita della mostra di arte contemporanea “DE FILO” presso il Linificio e Canapificio Nazionale e una degustazione di vini di qualità condotta dalla Cooperativa Oikos abbinata a salumi e formaggi locali, grazie allo chef Simone del ristorante Il Cortile.
A Leffe la visita al Museo del Tessile è stata partecipata sia da studenti che da curiosi di conoscere la storia del proprio territorio e accompagnata da un ricco buffet offerto dai produttori dell’Alveare La Terza Piuma.

Ultima serata presso il teatro del Circolo Fratellanza di Casnigo dove Giuseppe Allocca, produttore e attore de La Genesi del Rigenero, ha divertito il pubblico con aneddoti e storie dei cenciaioli pratesi.
La Terza Piuma ringrazia Regione Lombardia e Confartigianato per il Patrocinio. Il Comune di Bergamo per il Patrocinio e la possibilità di utilizzare lo Spazio Polaresco per il concorso.

Provincia di Bergamo per il Patrocinio e il contributo all’iniziativa.

Un ringraziamento particolare per i preziosi partner di questa edizione: associazione Impatto, Radio Brusa, Canapificio e Linificio Nazionale, Globe, Immobiliare della Fiera, Cooperativa Sociale Oikos, Museo del Tessile di Leffe, Circolo Fratellanza di Casnigo, DESS – Distretto di Economia Solidale e Sociale, Miti ed Eurotessile.
Ringraziamo anche i media partner di questa iniziativa Info Sostenibile, Eppen, Bergamonews e Radio Brusa.

Ultimo, ma non di importanza lo staff, i volontari e gli studenti de La Terza Piuma, senza i quali questa edizione non avrebbe potuto avere luogo. Alessandra, Lorenzo e la piccola Elsa; Amr, Adama, Chiara, Erica,
Giulia, Laura, Mariapaola, Mamhood, e Sabrina senza i quali questa edizione non avrebbe potuto avere luogo.

Arrivederci al 2024!

Apertura del concorso 2023 con le vincintrici (ABF) del 2022
Presentazione di MOUP a Radio Brusa
Opening – Globe

MOUP 2023: Competition

MOUP ED. 2023: un bouquet di eventi da non perdere

 

Al via la kermesse di eventi organizzati da La Terza Piuma per l’edizione 2023 di MOUP.  Quest’anno tante novità e partner nuovi, con i quali viaggeremo nella bergamasca per scoprire luoghi e realtà legate al mondo della moda sostenibile.

Il primo appuntamento sarà un aperitivo programmato per

venerdì 17 novembre 2023  presso il Globe in Piazza Dante.

La serata prevede la presenza di alcune e alcuni fashion designer dell’area bergamasca in compagnia del loro entourage.

Diversamente da una sfilata, le artigiane e gli artigiani coinvolti saranno promotori della loro creatività, diventando modelle, o modelli dei loro abiti e dirette divulgatrici, o diretti divulgatori del loro pensiero di abito, moda e delle motivazioni che stanno alla base della scelta dei tessuti.

Un appuntamento nella splendida cornice del “Globe” recentemente ristrutturato e riaperto dal Balzer.

La prima consumazione è a pagamento, consigliata la prenotazione, di seguito il link al sito di riferimento: eventbrite

La manifestazione si sposterà poi allo Spazio Polaresco domenica 19 novembre con “Furoshiki Lab”“Dress the change” all’interno della “Fiera per tessile per filo e per sogno – ed. riciclo e riuso” organizzata dal DESS – Distretto di Economia Solidale e Sociale di Bergamo di cui La Terza Piuma è socio fondatore.

Furoshiki:  è un pezzo di stoffa di forma quadrata che in Giappone viene utilizzato fin dall’antichità per trasportare qualsiasi genere di cosa.

Durante il laboratorio “Furoshiki Lab” si potrà creare insieme alle sarte di Dressing Piuma un furoshiki personalizzato e sarà anche data una piccola dimostrazione su come utilizzarlo.

Si tratta, quindi, di un’alternativa ecologica ed elegante per trasportare oggetti o donare i vostri regali, un’ipotesi studiata e proposta anche nel nostro laboratorio Dressing Piuma. A prima vista può sembrare un comune pezzo di stoffa, ma poi è la piegatura a fare la differenza. Infatti il Furoshiki viene piegato e annodato in vari modi, così da adattarlo nel miglior modo possibile ad oggetti di ogni forma.

Laboratorio su prenotazione, massimo 25 posti, di seguito il link al sito per prenotare: eventbrite

“Dress the change”  sarà una tavola rotonda interattiva con alcune cooperative sociali e progetti di sartoria sociale del territorio. L’idea di questo incontro è presentare alla cittadinanza i laboratori e la complessa attività delle sartorie sociali, spesso poco conosciute e gettare le basi di una vera Rete operativa tra questi progetti. Queste le realtà che si racconteranno:

    • Atelier Patrizia – Istituto Palazzolo
    • Cardamomo – Cooperativa Il Segno
    •  Dressing Piuma – La Terza Pium
    •  Laboratorio Prolav – Coop. Generazioni Fa
    •  L’isola del tesoro – Coop. Biplano
    • Ricucendo – ABF e Carcere di Bergamo

L’evento è gratuito, consigliata la prenotazione di seguito il link per prenotare: eventbrite 

Per chi volesse venire a vedere studenti e fashion designer all’opera vi aspettiamo lunedì 20 o martedì 21 novembre, sempre allo Spazio Polaresco per MOUP Competition, un concorso per fashion designer under 35 e scuole di moda.

Il concorso, organizzato con la partnership di Associazione Impatto e di Confartigianato Moda, prevede la possibilità di partecipare come “pubblico” mentre gli iscritti presenteranno i loro capi – progetti ed è dedicato a giovani fashion designer under 35 e alle scuole di moda.

Le e i partecipanti provenienti da Bergamo e provincia, Brescia, Torino, Venezia e altre province del nord italia, presenteranno i loro lavori al pubblico e alla giuria composta da 5 esperte e esperti che valuteranno i vari progetti.

Le persone interessate potranno sia vedere gli studenti e i fashion designer iscritti mentre presenteranno il loro lavoro; ci sarà la possibilità di dare una valutazione, attraverso la compilazione di un questionario, che sarà ritirato, registrato e utilizzato in caso di parità di punteggio dei partecipanti – giudicati da una giuria di esperti. Per il pubblico chiediamo un piccolo contributo per l’accesso. I fondi raccolti saranno totalmente utilizzati a favore della sartoria sociale “Dressing Piuma”, progetto de La Terza Piuma.

Qui il link per prenotare la propria presenza: eventbrite

Gli ultimi due eventi di questo calendario sono una proposta di viaggio breve. SET – See Eat & Touch è la nostra proposta per addentrarci nella produzione tessile bergamasca. Una breve esplorazione di due tappe: Villa d’Almè e  Val Gandino, per scoprire luoghi – e sapori – poco conosciuti.

Venerdì 24 novembre SET – See Eat & Touch accompagnerà tutte le persone in un viaggio a Villa d’Almè tra i luoghi del Linificio e Canapificio nazionale, i vigneti della Cooperativa Oikos e una cena finale presso il ristorante il Cortile: un breve tour che comincerà dalla visita della mostra “DE FILO” per il 150° anniversario del Canapificio e Linificio di Villa d’Almè: un percorso che unisce la tradizione industriale italiana, i linguaggi della comunicazione e l’arte contemporanea per dar vita a un’esplorazione concettuale ampia e variegata dell’universo del Linificio e della cultura del lino.

Successivamente ci si addentrerà nei vigneti della Cooperativa Sociale Oikos a Villa d’Almè con arrivo alla Panchina Gigante, luogo ideale per una foto ricordo. Dopo la discesa un momento di degustazione dei vini biologici prodotti dalla Cooperativa con il marchio “La Cascina del Ronco” e per concludere una cena presso il Ristorante il Cortile.

Menù della cena:

    • Tagliere di salumi e formaggi del territori
    • Pizza a scelta nel menù
    • Bibita, acqua e caffè
    • Dolce

E’ possibile iscriversi o solo alla visita, o solo alla cena o a entrambe a questo link: eventbrite

Domenica 26 novembre seconda e ultima di  tappa di SET – See Eat & Touch, il nostro viaggio nel territorio bergamasco alla scoperta di luoghi da scoprire.

La giornata comincerà dalla visita presso il Museo del Tessile di Leffe, ospitante un’esposizione di reperti tessili storici e macchinari funzionanti: ciclo di lavorazione della seta, carde, telai in legno e meccanici, garzatrice, follone e macchinari per i merletti ricami e passamanerie. Il museo ha ottenuto il riconoscimento regionale come “Raccolta Museale”.

Il viaggio procederà poi con una degustazione a cura di Alveare Fratellanza, Casnigo: che favorisce gli scambi diretti fra produttori locali e comunità di consumatori che si ritrovano creando piccoli mercati temporanei a Km 0, conosciuti come Alveari.

La giornata terminerà a Casnigo presso il Teatro del Circolo Fratellanza con lo spettacolo teatrale “La Genesi del Rigenero” di e con Giuseppe Allocca: monologo teatrale in cui l’artigiano teatrante di Prato racconta chi sono i cenciaioli, cosa significa riciclare scarti tessili e soprattutto perché a Prato.

Possibile partecipare solo alla visita pomeridiana con degustazione o allo spettacolo teatrale, Qui il link per prenotare: eventbrite

KICK OFF THE REVOLUTION

Il calcio d’inizio della Rivoluzione parte proprio dai nostri scarti, vestiti o scarpe
che non utilizziamo più, residui di produzione di alcune aziende tessili partner del progetto, sovraproduzioni alimentari che diventano tessuti attraverso processi innovativi (dalle bucce di mela alla “pelle” sintetica, arrivando a quelle di arancia).  Nel biennio 2021 – 2022 verrà riciclata la gomma di vecchie scarpe da ginnastica.

COME FAREMO?

Con la raccolta delle scarpe e la successiva lavorazione, grazie a un processo di separazione tra suola e tomaia; Eso società benefit, attraverso l’associazione  Gogreen onlus, donerà al Comune di Bergamo materiale finito per la posa di un  tappeto anti trauma in uno dei parchi cittadini.

COME ADERIRE?

Porta le tue scarpe da ginnastica in uno dei 18 punti della città – elenco completo a questo link.
Vuoi portare un tappeto anti trauma nel tuo paese – scuola – quartiere?  Contattaci a info@laterzapiuma.it o al 3713503510 e ti diremo come fare!